gototopgototop

Visionare l'informativa sulla privacy
  • soci
    Chi siamo
  • story
    Storia
  • attivitasportiva
    Statuto e fondazione
  • comunity
    SAI Community
  • attrezzatura
    Materiali e tecnica
  • gallery
    Gallery
  • aicc2015
    AICC 2015
Messaggio
  • Il presente Sito Web utilizza solo cookie di tipo tecnico e di terze parti. Non sono implementati cookie di profilazione. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies.

    Prendi visione della privacy

A COMPIMENTO LA XV EDIZIONE DELLA SAIONSAIL

 

 

 

Dopo un momento d’incertezza, dovuto al ripiegamento sugli J70 e infine alla definitiva consegna dei nuovissimi TOM28, si è conclusa magistralmente, sotto la perfetta gestione della Compagnia della Vela, la regata annuale dello Sci Accademico Italiano.


Le condizioni meteo del WE erano iniziate male. Venerdì decisamente brutto, ma riscattate con un sabato e una domenica all’insegna del sole. Per i patiti della meteorologia, questo era il quadro

Data
(gg/mm/aa)

Temp. aria
a 2 m (°C)

Pioggia
(mm)

Umidità rel.
a 2 m (%)

Radiazione
globale (MJ/m2)

Pressione
(hPa)

Vento

med

min

max

tot

min

max

tot

med

Velocità  media

Raffica massima

Direz. preval.

(m/s)

nodi

ora

m/s

nodi

24/06/18

21.6

16.9

24.9

0.0

40

85

28.053

1017.5

1.1

2.14

13:53

5.1

9.91

SSE

23/06/18

20.0

15.7

23.8

0.0

33

78

29.854

1019.7

1.4

2.72

13:52

5.5

10.69

NNE

22/06/18

21.1

17.7

24.5

16.4

54

100

15.639

1013.8

2.9

5.64

11:03

13.7

26.63

ENE

 

Bello, come sempre, è stato l’avvicinamento al campo di regata fuori dalle Bocche di Lido, con la navigazione in laguna che ha permesso di incrociare barche di ogni tipo, dalle enormi navi passeggeri ai rimorchiatori e anche una flotta di barche d’epoca, poiché contemporaneamente era in svolgimento il VI Trofeo Principato di Monaco - le Vele d'Epoca in Laguna.


La regata, con a confronto cinque equipaggi, nelle acque foranee del Lido, si è svolta con un tempo sereno favorevole e un vento ballerino tra i 6 e gli 11 nodi,


Ha prevalso l’esperienza di Paolo Visonà, tattico sulla barca “SAI che Mona”, timonata da Andrea Fraschini, mentre l’equipaggio della famiglia Piantini  (Veneziani di origine!) è stata ottima seconda.

Da notare la prestazione di Giovanni Olivotto, aiutato da Al Melloni - “pollo-sportivo” che nonostante la non più tenera età si sta distinguendo anche nella vela oltre che nello sci e nel golf - che ha gareggiato con tutta la famiglia comprese le sue due simpaticissime figlie Gaia e Laura!


La classifica, dopo cinque voli ha visto sul podio, nell’ordine:

CLASS.

ARMO

CLUB

NOME

SKIPPER

CREW

VOLO 1

VOLO 2

VOLO 3

VOLO 4

VOLO 5

PUNTI


3

S.A.I.

VICENZA

1

SAI CHE MONA

ANDREA FRASCHINI

PAOLO VISONÀ

PIETRO DELLA VOLTA

DODI SCAPINI

1

1

1

1

2

4

2

S.A.I.

MILANO

2

BIRIBARI

TOMASO PIANTINI

FERRUCCIO PIANTINI

GIULIA LACCELLOTTI

MARIO AGNOLI

2

2

2

3

1

7

5

S.A.I.

VICENZA

2

RIVEN

GIOVANNI OLIVOTTO

AL MELLONI

GIORGIA OLIVOTTO

GAIA OLIVOTTO

LAURA OLIVOTTO

3

3

3

2

3

11

1

S.A.I.

MILANO

1


ERMANNO ZOBOLI

PIERO ANTONINI

PAOLO ANTONINI

MATTEO ANTONINI

ANNA ANTONINI

4

4

4

4

5

16

4

S.A.I.

MILANO

5

TORO DI VENEZIA

MAURIZIO D’ANDRIA

NANNI CESCHI

VERONICA CAMPANILE

PAOLO CASTELLI

5

5

5

5

4

19

 

 

 

Al Colombo

 

Da Scarso

 

 

 

 

 

 

 

In serata, aperitivo e premiazione sul campo alla Compagnia della Vela e poi tutti da “Al Colombo”, ottimo ristorante in una piazzetta praticamente tutta riservata al S.A.I..











Il Week-End, iniziato sotto cieli grigi e piovosi, non aveva intimorito la comitiva dei saini e degli amici, che avevano allegramente reagito con una cena fantastica alla storica trattoria da “Scarso”, nel confortevole giardino estivo situato nell'antico Borgo di Malamocco, dove il tempo sembra essersi fermato e Corto Maltese era di casa immortalato da Hugo Pratt.


Menù libero di pesce e non, dopo il pomeriggio dedicato alle nove buche del Golf Club del Lido di Venezia, lo storico “Alberoni”, per competere - si fa per dire - la dodicesima edizione della SAIGREEN, riservata agli aficionados della pallina con le fossette.







Lascio all’amico Al la tradizionale chiosa, inaspettatamente più poetica che burlesca:


«Nello splendore del Lido di Venezia, sul meraviglioso campo, oggi novantenne, degli Alberoni, sulle dune, tra grandi (!) alberi e fortezze veneziane e austroungariche, si sono incontrati per una sfida senza classifica un manipolo di saini, in attesa e preparazione della SAIONSAIL del giorno seguente, nel mare fuori della Bocca di Porto del Lido.

Solo nove buche ma piene di fascino. Persino alcuni orribili tiri golfistici sono stati accettati con il sorriso. Non si poteva guastare la bellezza della natura circostante con malumori o sommesse imprecazioni. “Ho sbagliato tiro completamente. Evviva, così potrò cercare la pallina nel bosco e godermi un altro squarcio di panorama dalla duna!”

Dopo il golf, raggiunti dagli atri amici, ci ha amorevolmente ristorato una gradevolissima cena in quel di Malamocco, presso la ben nota Trattoria da Scarso.

Ad Saiora! »



Grazie a tutti i partecipanti ed un augurio che l’anno prossimo si possa essere molti di più. Vale la pena!


Stabilita l’intenzione di creare finalmente - sono anni che se ne parla - la Combinata S.A.I. “Vela-Golf”, il Piero ha adottato il criterio di una prima verifica dei partecipanti alla SAIGREEN, seguita da un’altra di chi si era imbarcato e su quali barche, constatando che gli unici partecipanti  a entrambe le manifestazioni erano Al Melloni, Andrea Fraschini  e Mario Agnoli, e prendendo atto che nessuno aveva lontanamente “vagheggiato” di stilare una classifica del golf (SIC!), ma invece notificato di attribuirsi i seguenti punti stableford : 1° AL Melloni, 2° Andrea Fraschini, 3° Mario Agnoli.


A questo punto, il Piero - sempre lui - ha assegnato un punteggio inverso - come per la vela - 1 punto al 1°, 2 al 2° e così via, ribaltando - in maniera “equilibrata” - il risultato, visto che la somma aritmetica ha portato al seguente risultato:

  1. Andrea Fraschini (4+2)
  2. Mario Agnoli (7+3)
  3. Al Melloni (11+1)


Viva la goliardia!


La domenica ha offerto al gruppo degli instancabili, per via dell’intramontabile adagio “Non ci lasceremo mica come le bestie…” una piacevole “pedalata” lungo la ciclabile del Lido, girando per gli Alberoni e poi a rientrare sui Murazzi, con la tradizionale conclusione culinaria.


Chi ha voluto, ha potuto godere delle esposizioni al PALAZZO CA' FACCANON di Van Gogh Multimedia Experience: esperienza multimediale tra vita, opere e dipinti, e a Palazzo Fortuny di De Chirico, Morandi e una "stanza per Zoran".


 

Le fotografie nella Gallery:  http://www.sciaccademicoitaliano.it/Gallery/menu-id-299.html?catid=223&startpage=1&substartpage=1&view=category#category