gototopgototop

Visionare l'informativa sulla privacy
  • story
    Storia Partners Links
  • soci
    Soci Statuto Iscrizioni
  • atleti
    Squadre e atleti
  • comunity
    Team
  • attivitasportiva
    Gare
  • attrezzatura
    Materiali Mercatino
  • gallery
    Gallery
  • contatti
    Contatti
Messaggio
  • Il presente Sito Web utilizza solo cookie di tipo tecnico e di terze parti. Non sono implementati cookie di profilazione. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies.

    Prendi visione della privacy

Trofeo Italo Kuhne: S.A.I. Napoli supera lo Sci Club 18

immagine Trofeo Italo Kuhne: Sai Napoli supera lo Sci club Cortina

 

S.A.I. Napoli e Sci Club 18 di Cortina d’Ampezzo, ex aequo nella finale del Mastermind.
Il trofeo intitolato al giornalista è stato assegnato al S.A.I. Napoli per differenza punti.

2 marzo 2015 – Arrivo ex aequo delle squadre del S.A.I. Napoli e dello Sci Club 18 di Cortina dopo il circuito di sette slalom giganti, riservato alla categoria Master, che si è concluso sabato a Roccaraso.
Solo la differenza tra le età dei componenti delle squadre, come da regolamento, ha decretato la vittoria del team del S.A.I. Napoli composto da: Francesco Acquaviva, Massimiliano Polizzi e Paola Capuano, che ha conquistato il Trofeo Italo Kuhne.

Slittata al secondo posto la formazione dello Sci Club 18 di Cortina d’Ampezzo composta dai fratelli Emanuele e Clemente Reale e da Valerio Romano che ha dato spessore nazionale alla competizione.
Sul terzo gradino del podio l’equipe dello Sci Club Napoli, capitanata dal presidente Antonio Scotti Galletta, con Nino Raiola e l’inossidabile Mica Falco.

Una festa per lo Sci Club 0.40 che ha consegnato, a Pizzalto, il prestigioso Trofeo Italo Kuhne alla presenza di oltre 80 atleti partecipanti alla cerimonia di premiazione.
Il challenge perpetuo, che ricorda il giornalista della RAI, grande appassionato di sci che fu atleta e dirigente sportivo, tanto da ricevere la stella d’argento del CONI al merito, resta quindi nella bacheca del club napoletano fino al prossimo anno.

Lo scorso anno, infatti fu vinta da un’altra squadra del S.A.I. composta da Andrea Ballabio, Giuseppe Fiordiliso e Granfredo Puca.