gototopgototop

Visionare l'informativa sulla privacy
  • soci
    Chi siamo
  • story
    Storia
  • attivitasportiva
    Statuto e fondazione
  • comunity
    SAI Community
  • attrezzatura
    Materiali e tecnica
  • gallery
    Gallery
  • aicc2015
    AICC 2015
Messaggio
  • Il presente Sito Web utilizza solo cookie di tipo tecnico e di terze parti. Non sono implementati cookie di profilazione. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies.

    Prendi visione della privacy

SUL TRAGUARDO LA XII^ SAIONSAIL

 

alt alt alt

Malgrado l’allerta  meteo, che recitava per sabato 28 giugno 2014: domani forte maltempo al nord con violenti temporali,  come dicono i veneti  - “el tempo el cul e i siori i fa quel che i vol lori“ -  il fine settimana si è palesato buono e favorito da circa 10 nodi di vento.

Edizione incantevole, questa XII SAIONSAIL. L’organizzazione tecnica della Compagnia della Vela è stata impeccabile: 7 Elan 210 perfetti, 2 gommoni di appoggio, VHF su tutte le barche, barca giuria ufficiale, la giudice sig.ra Lucia Simionato molto competente, simpatica e comprensiva della ”sainità”… si è divertita. Siamo attesi per l’anno venturo. Siete allertati!

All’arrivo del venerdì, l’appuntamento annunciava: cena al ristorante “Al Paradiso”, un posticino di design a 50 metri dall'ingresso della Biennale, con vista sulla laguna, coperto dal fresco delle piante del parco, nella tranquillità più totale. La location è sensazionale. Purtroppo Fabrizio e Mitzi Merolla che venivano da Napoli, e, per giunta scalogna, avevano smarrito tutto il bagaglio, hanno ritardato tutti.  Rientro tardissimo, a rischio dell'ultima corsa del traghetto! Mitzi non ha potuto salire in barca, ma si è consolata facendo shopping in Venezia con le amiche non regatanti. Non male!

La maggior parte dei partecipanti ha pernottato alla foresteria della Compagnia della Vela, in stanze modernissime in perfetto stile marinaro minimalista. Unico neo a S. Giorgio è la mancanza, di mattina, del servizio bar; ci si è dovuti arrangiare con il “cattle” dell’acqua calda fornito dalla casa e le bustine di the e caffè. L’affaccio sulla laguna al mattino presto, verso est e verso Venezia è indimenticabile.

Il sabato si è dipanato come da programma, con una precisione impressionante nel rispetto dei tempi, senza alcun problema logistico, compresi i box lunches per gli equipaggi arrivati più che per tempo. Grande mano da parte di Ely Ceschi e Anna Antonini che hanno assecondato l’organizzazione. Purtroppo non c’è stato quasi nessuno che abbia chiesto la barca appoggio che Stefano Rusconi aveva gentilmente messo a disposizione. Colpa dello shopping! I pochi interessati si sono accomodati sulla barca giuria. Perfetto briefing di Lucia con gli skipper, e, date le condizioni favorevoli, si sceglie di regatare in mare e non in laguna, fuori dalla bocca di Tre Porti.

Le barche sono già armate, segue una rapida spiegazione dei nostromi e via! Gli armatori decidono di non usare il gennaker, che Lucia, saggiamente, avrebbe - decisione ponderata - fatto ammainare se il vento fosse salito sopra gli 8 nodi. La navigazione in laguna per raggiungere il campo di regata è impagabile ed è impressionante il numero d’imbarcazioni di tutti i tipi che s’incrociano nei canali navigabili … al pomeriggio, al rientro, abbiamo incrociato anche 2 transatlantici immensi a distanza di pochi metri, guidati dai rimorchiatori. Andavano a 3-5 nodi ma facevano comunque impressione.

È venuto a trovarci il mitico Dodo Gorla per un solerte saluto ai vecchi amici dello sci. Ci ha fatto molto piacere.

Alle 12.30 eravamo sul campo di regata. Piazzate le boe, è salita una bellissima termica che si è man mano intensificata fino a 12 nodi. Prima proveniente da SW, poi girata a SE, libeccio e scirocco. Le regate a bastone, 2 boline e 2 poppe con arrivo al traverso, lati piuttosto corti ma comunque sufficienti per stabilire le graduatorie, sono state molto divertenti. Grande testa a testa tra SAI Milano 2 e SAI Milano 1, i giovani contro i vecchi. L’hanno spuntata i giovani, evviva! Bravissimo l’equipaggio SAI Nord Sud, arrivato ottimo terzo con un equipaggio improvvisato, timonato abilmente da Fabrizio Merolla. Avevano l’handicap di aver a bordo la zavorra … l’anno venturo pare si voglia inserire una nuova direttiva, concernente l’estrazione e l’assegnazione della zavorra, tale ormai di pubblico dominio Mario Agnoli! E poi via via tutti gli altri.
Grazie all’amico Gunther Nagele dell’ASCI, che ha timonato la barca n. 3 confortato da Christina Lindner, Thomas Bauer e Robert Hufnagele, equipaggio molto simpatico e sportivo.Bravo Giovanni Olivotto di Vicenza con moglie e figlia piccolissima a bordo.

Rientro alle 17.30 in un bellissimo pomeriggio di sole e vento, incrociando i bestioni del mare. Gli Elan sono stati riordinati all’ormeggio, doccia per i fortunati che alloggiano alla Compagnia mentre gli altri hanno fatto il via vai con gli alberghi in Venezia. 
Nei caldi colori del tramonto, aperitivo elegante sulla terrazza, incantevole vista di Venezia e premiazione, animata e divertente come sempre. Ottima la cena, organizzata con sapienza e buon gusto da Rosa Salva per tutti i convenuti.

La mattina dopo, tempo dapprima umido e chiuso poi terso e ripulito dalla brezza di mare, pari pari al giorno prima, ci si è ritrovati a Palazzo Franchetti ospiti di Patty Spadafora, curatrice della mostra di arte contemporanea Genius Loci. Interessantissime le opere degli artisti più conosciuti a livello mondiale, il tutto nella meravigliosa cornice del palazzo sapientemente ristrutturato sul Canal Grande. A  conclusione culturale, valicando il ponte dell’Accademia, siamo passati a visitare la casa di Peggy Guggenheim e la sua immensa raccolta di opere di artisti moderni. Perfetta la guida, che ha saputo tenerci attenti per tutto il tempo. Grazie Patty per averci dato queste opportunità. Finale gastronomico al ristorante del museo “per non lasciarci così come le bestie!” … il livello culturale è pur tuttavia - grazie ai molti - salvo!

Comune a tutti il commento finale: esperienza, sotto tutti i punti di vista appagante, da ripetere con compiutezza dei sensi tutelata … La Compagnia della Vela mette 10 monotipi a disposizione, confermata per il 2015 la XIII^ edizione, stesso week-end, stessa laguna, stesso mare.

Arrivederci!

FOTO NELLA GALLERY