gototopgototop

Visionare l'informativa sulla privacy
  • story
    Storia Partners Links
  • soci
    Soci Statuto Iscrizioni
  • atleti
    Squadre e atleti
  • comunity
    Team
  • attivitasportiva
    Gare
  • attrezzatura
    Materiali Mercatino
  • gallery
    Gallery
  • contatti
    Contatti
Messaggio
  • Il presente Sito Web utilizza solo cookie di tipo tecnico e di terze parti. Non sono implementati cookie di profilazione. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies.

    Prendi visione della privacy

I nostri primi quarant'anni

I NOSTRI PRIMI QUARANTA

Il S.A.I. Napoli si costituisce nel 1967. Il primo Presidente è il Conte Nicola Sanfelice di Bagnoli. La richiesta di affiliazione alla FISI del 9 maggio 1967 è in realtà solo il primo passo, che precede il definitivo assetto della compagine sociale; infatti nello stesso anno si realizza il trasferimento, per la maggior parte dallo Sci Club Montepratello, di atleti e dirigenti che faranno la storia dei primi anni di vita.

Passano al S.A.I. le due promesse dello sci napoletano Fabio Marino e Maria Minutolo; negli anni successivi saranno loro i dominatori delle gare zonali, ma con risultati di assoluto rilievo anche in campo nazionale; Fabio, a partire dai suoi piazzamenti nei Campionati Italiani Allievi, sempre per i colori del S.A.I.; Maria, passata poi al CUS, inserita anche nelle squadre nazionali, tornerà al S.A.I. solo dopo una decina di anni.

Arrivano però al S.A.I. anche tutti i dirigenti che ne consentono la crescita, a partire dall’avvocato Nico Formisano, che dal 1968 diviene Presidente (ma anche Presidente del Comitato Appennino Meridionale della FISI, fino al 1980, anno in cui cede la presidenza ad Agostino Felsani, con una sorta di staffetta tra rappresentanti del S.A.I., per tornare dal 1981 alla presidenza del neo costituito Comitato Campania-Molise); con lui collaborano in quegli anni Carlo de Vita, Gaetano Bozza, Franco Piedimonte, Bruno Calvo, e poi Paolo Marino (presidente nella stagione 73/74), Olindo Ferrone, Nino Conti, Gianpaolo Rotondo ed i più giovani Gustavo Frascani, Lino Pepe, Amedeo Acquaviva, tutti e tre atleti e dirigenti; ai vertici agonistici, intanto, a Fabio Marino si è affiancato un fortissimo Alberto Frigerio, ma il gruppo degli atleti del S.A.I. si distingue anche per il vero spirito sportivo, accompagnato sempre da allegria e goliardia.

Entrano in Consiglio Direttivo nel 1974 anche Agostino Felsani e Carlo Piergentili; con le loro iniziative, il S.A.I. Napoli affronta la prima trasformazione: dal 1976 subentra a Nico Formisano, come Presidente, Maurizio Galbusera, titolare dello sponsor Pippone Sport, che affiancherà le attività per molti anni successivi – fino al 1989 - e metterà a disposizione lo storico pullmino, il primo tra gli sci club napoletani, che consente memorabili trasferte di squadra verso il Nord ma anche in Calabria e sull’Etna. L’evento rilevante è però che la gestione passa per intero al gruppo di giovani atleti,in quegli anni quasi tutti universitari, in parte provenienti dagli altri sci club e coinvolti in un progetto, nuovo per l’ambiente napoletano ma simile a quanto avveniva nel S.A.I. nazionale.

Entrano così in Consiglio Giorgio Berardinone, Tanio Campanile, Pino Ciotola, Massimo Fontana, Sandro Innocenzi, Fabrizio Merolla, poi Giancarlo Ricciardelli, Gloria Grillo, Michele Scardi, Guido Albi Marini, poi ancora Marco Ballabio, Daniele Giallonardi, Luca Sbordone, Luca Stoecklin, Luca Della Valle, Fiammetta Adriani, Achille Ambrosone, Luca Doria, Vittorio Grillo.

C’è un tentativo di avviare una sede-palestra e c’è lo spazio però per curare anche un gruppetto di piccoli di belle speranze, poi in realtà concretizzate, da Francesco Paolo Mansi a Francesco ed Hannelise Acquaviva a Giovanna Villari. La lunga presidenza di Maurizio Galbusera è in realtà caratterizzata dal succedersi di Vice Presidenti che svolgono le reali funzioni operative in quegli anni: a partire da Agostino Felsani, per passare poi a Giancarlo Ricciardelli, Tanio Campanile, Marco Ballabio, fino a Gianfredo Puca, che segna la fase di passaggio. Gianfredo Puca è infatti il primo Presidente del “dopo Pippone Sport”, dal 1989 al 1992; continua però la logica di gestione “diretta” con il coinvolgimento degli atleti in Consiglio: Emilio Campanile, Roby De Santis, Guido Fiorentino.

2012.  Lascia la presidenza Fabrizio Merolla, gli subentra Valentina Pisani Ramirez.

alt alt alt